‘TUA – The Unexpected Artrepreneur’ è un nuovo progetto europeo nato con lo scopo di creare spazi di apprendimento inclusivi attraverso l’arte.

Il progetto mira a creare un programma specializzato e un corso di formazione incentrato sull’arte e l’imprenditorialità rivolto a giovani con disturbo dello spettro autistico (SDA) e sindrome di Down (SD). Il progetto affronterà tali tematiche allo scopo di aiutare ragazze e ragazzi a sviluppare competenze quali l’espressione di sé, l’innovazione e la partecipazione sociale, agevolandone così l’inclusione in ambito educativo e all’interno della società.

Nello specifico, il progetto metterà a disposizione un programma su come aiutare le e i giovani con disabilità intellettive a diventare agenti di cambiamento attraverso l’arte. Le organizzazioni partner del progetto svilupperanno, poi, una piattaforma di e-learning interattiva destinata a chi opera nel settore e ai giovani con disabilità intellettive, nonché un kit di strumenti digitali pensato per l’insegnamento di nozioni di arte e imprenditoria sociale.

I risultati attesi del progetto sono: una migliore inclusione sociale e un maggior coinvolgimento delle e dei giovani marginalizzati, la creazione di spazi d’apprendimento e di programmi inclusivi, il miglioramento della qualità, dell’innovazione e del riconoscimento del lavoro svolto dalle e dai giovani con DSA/SD, la promozione della cittadinanza attiva e dello spirito di iniziativa.

Il progetto pone l’accento sull’importanza dell’arte e dell’imprenditoria come strumenti atti a promuovere la parità, l’uguaglianza e il rispetto, e punta a favorire la diversità e l’inclusione nell’istruzione, nella formazione e fra i giovani. Invitando le e i giovani marginalizzati a condividere le loro storie e le loro idee con il resto del mondo, ‘The Unexpected Artrepreneur’ cerca di promuovere l’impegno civile e i valori comuni, ma anche di rafforzare lo spirito di iniziativa e l’imprenditorialità fra le persone giovani.

‘The Unexpected Artrepreneur’ promette di essere un progetto trasformativo per giovani, famiglie e comunità locali.

Il progetto viene portato avanti in Italia, Grecia, Cipro, Portogallo e Belgio da sei organizzazioni partner: CESIE, ARTIT Athens, Amazing Youth, CARDET, Aproximar e il KMOP Policy Center.

👉 Press Release

Categorie: NOTIZIA

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *